Rocca Imperiale

sorge sulla linea di confine sul mare tra Calabria e Basilicata.

Questo pittoresco paese prende il nome dal Castello Imperiale che ancora domina l’abitato con la sua impressionante mole.

Il suo abitato conserva intatto l’aspetto dell’antico borgo medievale, con le case disposte a gradinata ai piedi della fortezza.

Rocca Imperiale si estende su una superficie di circa 53 km quadrati. Il centro abitato è suddiviso in Paese e Marina, distanti tra loro solo 4 km.
Intensa la produzione agricola, volano dell’economia locale insieme al turismo balneare.
La spiaggia, lunga 7 km, vede alternarsi scogli, ciottoli e fine sabbia dorata verso il confine Lucano.

La fortezza che da il nome a questa cittadina è stata costruita nel 1255 da Federico II di Svevia. La pianta a base quadrata è rinforzata da otto torri massicce, di cui cinque a base circolare.
Ancora oggi il Castello di Rocca Imperiale è oggetto di numerosi studi e importanti ricerche. L’interesse si focalizza sulle tecniche militari e sui sistemi difensivi e gli elementi architettonici che lo hanno reso pressoché inattaccabile.
La fortezza rocchese, nel corso dei secoli, divenne anche residenza lussuosa di numerose famiglie gentilizie, ma dopo la fine del feudalesimo, del fastoso castello furono venduti mobili, arredi e perfino gli infissi e le tegole, dando il via a quel periodo di abbandono e di devastazione che trasformò il castello in una cava di materiale da costruzione.

Fortunatamente il vandalismo interessò soltanto le strutture settecentesche, mentre il resto dell’edificio rimase stabile e integro, lasciando inalterato il fascino di questo castello, simbolo di questa terra sospesa tra il mare e la montagna.

Rocca Imperiale

è famosa per la qualità dei limoni coltivati nelle sue terre, a cui è stato conferito l’ambito marchio IGP.
Le caratteristiche proprie di questo agrume rendono il Limone di Rocca Imperiale unico al mondo.

Ma Rocca Imperiale è anche conosciuta per essere il Paese della Poesia. Grazie al concorso internazionale di poesia “Il Federiciano”, una kermesse che ha fatto diventare Rocca Imperiale un’antologia a cielo aperto, con il borgo medievale ad ospitare le stele poetiche in ceramica maiolicata, che riportano i versi di poeti come Lawrence Ferlinghetti e Federico Garcia Lorca, insieme alle poesie dei vincitori del concorso.

Rinomata a Rocca Imperiale è la festa che si tiene ogni anno in onore della Madonna della Nova. La festa campestre con processione religiosa nel cuore delle Cesine, località famosa per i suoi vigneti, si tiene l’1 e il 2 luglio.

La leggenda narra che la Madonna apparve ad un pastorello indicandogli il luogo dove voleva che fosse edificata la chiesa.

In occasione del Giubileo Straordinario voluto da Papa Francesco, il Santuario della Madonna della Nova è stata annoverata tra le Porte Sante delle Diocesi nel mondo.

Ogni Domenica, sino al termine del Giubileo della Misericordia, tutti i fedeli hanno avuto la possibilità di attraversare la Porta Santa del Santuario di Rocca Imperiale, e godere dei benefici della Divina Misericordia.

Sito istituzionale

Questo articolo è disponibile anche in : ruRusso enInglese

Ratings & Reviews

No reviews yet. Be the first to write one!

Write a Review