Plataci

paese dei Murales sul mondo Arberesh.

L’Alto Jonio Cosentino racchiude in pochi chilometri quadrati un’infinita varietà di paesaggi, di storie, di culture, che si estendono dal mare cristallino dei paesi costieri al fascino della montagna con i suoi arroccameni alle pendici del Pollino e della Sila.

Il nostro viaggio oggi si ferma a Plataci, piccolo comune di circa 750 abitanti.

Plataci è lo scrigno della cultura Arbereshe situato ai confini calabro – lucani nel cuore del Pollino.

La sua caratteristica principale, insieme alla predominanza naturalistica che circonda l’abitato, è senza dubbio la forte predominanza e presenza delle origini albanesi di questo suggestivo borgo, che mantiene vivo ancora oggi il profumo il fascino delle sue origini.

In origine Plataci ricadeva sotto la giurisdizione di Cerchiara. In seguito al terribile terremoto del 1456, alcuni esuli albanesi abbandonarono la loro terra natia e si insediarono, intorno al 1476 nel preesistente casale di Cerchiara, dove fondarono il primo insediamento urbano platacese.
Esso rimase per molti secoli sotto l’egida del marchesato di Cerchiara. Successivamente passò ai Pignatelli, che ne detennero il potere fino al 1806.

Da qui comincia la storia di Plataci, che per usi, costumi e tradizioni, si accomuna ad altri centri Arbereshe.  Alcuni di questi presenti nel territorio dell’Alto Jonio Cosentino.

Le usanze che da generazione in generazione si tramandano e si ripetono mantenendo fede alle loro origini sono ancora vive.
Dalla cultura Arberesh nascono le tantissime feste religiose e folkloristiche che animano la vita platacese coinvolgendo attivamente tutta la comunità.

Tradizioni che rivivono negli affascinanti Murales che affrescano le abitazioni e le vie del paese. Le scene ritratte raccontano della storia e della cultura del popolo albanese. Da qui l’appellativo che rende Plataci il “Paese dei Murales sul mondo Arberesh”.

Plataci

è anche natura, turismo esperienziale, voglia di avventura. Oltre alla grande vastità di boschi e le escursioni sul Monte Sparviere e di splendide vedute panoramiche a dominio della costa jonica, infatti, è possibile avventurarsi e divertirsi nel primo parco avventura dell’Alto Jonio.

Plataciland è senza dubbio una tappa da non perdere nel nostro viaggio a Plataci.

L’avventura ideale per grandi e piccini per trascorrere una giornata lontani dalla monotonia e vivere un’esperienza indimenticabile.

Plataci è natura, è storia, è tradizioni, è folklore, è accoglienza e ospitalità che solo in luoghi speciali è possibile trovare.

Sito istituzionale

Questo articolo è disponibile anche in : ruRusso enInglese

Ratings & Reviews

No reviews yet. Be the first to write one!

Write a Review