Museo Arte Olearia e Cultura Contadina Ludovico Noia a Trebisacce

L’edificio è stato costruito nei primi decenni del Novecento e sorge nel Centro Storico del paese di ⇒Trebisacce.
Fu costruito nel 1934, come luogo di abitazione prima e di conservazione animale poi.
Fu successivamente adibito a frantoio per la molitura delle olive e restò in attività fino al 1986.

Venne acquistato dalla famiglia Noia di Trebisacce, che ne ha permesso la trasformazione e l’apertura, e dal 2005 è diventato ufficialmente il Museo Arte Olearia e Cultura Contadina “Ludovico Noia”.

Attualmente il Museo è gestito dall’ Associazione Onlus Promozione Cultura e Arte Ludovico Noia, AOPCA, secondo la modalità di comodato d’uso gratuito con scrittura registrata.

Museo Arte Olearia e Cultura Contadina Ludovico Noia a Trebisacce

presenta una struttura a pianta rettangolare con pavimentazione in mattoni, con una superficie di circa 130 mq. È suddiviso in 3 vani di diverse dimensioni e si eleva su due livelli.

L’edificio è stato sottoposto ad un notevole intervento di restauro, che gli ha permesso di diventare frantoio e museo della cultura contadina.

La prima sala conserva al suo interno le attrezzature per la molitura delle olive, come la molazza in pietra, la lavatrice, il dosatore, due torchi, delle fiscole, tre carrelli per fiscole, due separatori, quattro vasche raccolta olio, due vasche di decantazione con zona deposito sansa, tutti strumenti tipici dell’arte olearia.

Nella seconda sala sono contenuti gli attrezzi e gli oggetti tipici della cultura contadina, della casa contadina e dei vari mestieri ad essa collegati. Oltre a questi reperti, sono presenti percorsi tematici e argomenti sull’arte olearia tramite la predisposizione di pannelli espositivi, che permettono ai visitatori di approfondire riguardo la conoscenza del Museo.

Nella terza sala si trovano due vasche di decantazione e il relativo scolo delle acque reflue e infatti questa è la sala dedicata alla raccolta della sansa. Vi si trova inoltre anche una botola con vetro calpestabile che, tramite uno specchio sottostante, permette di osservare la parte finale dell’impianto oleario.
Il lavoro di recupero e restauro effettuato ha rispettato la normativa vigente in materia, la vocazione del luogo e le particolarità estetiche del manufatto, migliorando sicuramente lo stato dell’edificio.

Orari
Sabato e Domenica: dalle ore 17:30 alle 19:00
Periodo estivo: dalle ore 18:00 alle 21:00

Sito Museo

Gruppo Facebook

Ratings & Reviews

No reviews yet. Be the first to write one!

Write a Review