Giardini di Trebisacce

Quando i greci sbarcarono sulle coste Joniche di ⇒ Trebisacce, furono subito catturati dalla purezza del suo mare e dalla freschezza dei suoi verdi campi, e decisero di bonificare il terreno per renderlo coltivabile. Iniziarono ben presto con la produzione di ortaggi, ulivi e soprattutto viti, grandi distese di vigne con l’intento di rendere redditizio il territorio.

Nonostante il grande impegno per far germogliare la terra si accorsero a malincuore che il territorio di Trebisacce non si prestava molto bene alla coltivazione di vigne. Fu così che dal 1880, grazie agli immigrati portoghesi, Trebisacce si riempì di agrumeti, diventando ben presto una immensa distesa dal colore caldo e intenso del sole che da sempre bacia questa terra.

I portoghesi impiantarono a Trebisacce una varietà particolare di arance tardive, che a differenza delle classiche arance che si consumano soprattutto nel periodo autunnale e invernale, possono restare appese sugli alberi fino a primavera inoltrata ed essere consumate anche durante la bella stagione.

Da qui il nome che è stato loro conferito: ⇒ Arancio Biondo Tardivo di Trebisacce, biondo come il primo sole caldo che illumina con i suoi raggi i frutti di un territorio riscaldato e colorato dalle prime sfumature estive.
Le arance di Trebisacce vengono coltivate in una zona denominata “Giardini di Trebisacce”, 100 ettari circa nella parte più meridionale del paese.

Grazie alla grande importanza che negli anni ha raggiunto il Biondo tardivo di Trebisacce, si sta cercando di attuare un programma di valorizzazione e di commercializzazione del prodotto nonché il recupero ambientale dei Giardini di Trebisacce, che comprendono l’architettura rurale, i sentieri e i canali di irrigazione.

Nel 2015 il Rotaract di Trebisacce Alto Jonio Cosentino con il progetto ⇒ rotaRURALand – Percorso naturale di riscoperta dei Giardini, ha individuato dei percorsi pedociclabili con lo scopo di valorizzare il patrimonio naturale dei Giardini di Trebisacce.

Planimetria Giardini di Trebisacce Architetto Chiara Spinosa

Nella planimetria è possibile vedere la suddivisione in contrade dei Giardini di Trebisacce.

Ratings & Reviews

No reviews yet. Be the first to write one!

Write a Review